REGOLAMENTO INTERNO DELL’ASSOCIAZIONE “MOTO CLUB I SANTI”

Art. 1

Definizione e finalità

Il “MOTO CLUB I SANTI” è un’A.S.D. (Associazione Sportiva Dilettantistica) affiliata alla FMI (Federazione Motociclistica Italiana) il cui scopo è quello di promuovere l’attività di motociclismo, organizzando eventi per i propri iscritti. Le attività e le operazioni dell’associazione sono senza fini politici, religiosi e di lucro. Esse sono altresì improntate ad uno spirito familiare e intendono promuovere la solidarietà tra motociclisti valorizzando l’immagine del motociclismo anche attraverso opere di beneficienza.

La condizione di Socio comporta l’accettazione incondizionata del presente Regolamento, nonché di qualunque altra delibera approvata dal Direttivo in conformità̀ con lo stesso Regolamento

Per tutto ciò che non sia espressamente disciplinato dal presente REGOLAMENTO INTERNO si rimanda a quanto previsto dallo Statuto.

Art. 2

Requisiti per l’associazione

Requisito indispensabile per diventare Associato Ordinario del “MOTO CLUB I SANTI” è il possesso di una moto HARLEY-DAVIDSON;

In caso contrario, si potrà richiedere l’associazione esclusivamente in qualità di Associato Simpatizzante.

Art. 3

La struttura organizzativa

Il “MOTO CLUB I SANTI” è amministrato da una struttura organizzativa denominata “DIRETTIVO” di cui fanno parte sette Consiglieri:

  • PRESIDENTE
  • VICE PRESIDENTE
  • SEGRETARIO
  • TESORIERE
  • CONSIGLIERI

Il DIRETTIVO è supportato da una sottostante struttura operativa definita “STAFF”, la cui struttura è composta da:

  • Uno o più HEAD ROAD CAPTAIN
  • Uno o più ROAD CAPTAIN definiti “STAFFETTE” o “SCOPE”
  • Uno o più ACTIVITIES
  • Uno o più ADDETTI ALLA LOGISTICA
  • Un GRAFICO
  • Un WEBMASTER
  • Uno o più FOTOGRAFI

È prevista la possibilità di accorpare più cariche o di non comprenderle in organico.

Gli Associati chiamati a svolgere il ruolo di STAFF ricevono la carica dal DIRETTIVO e sono consapevoli delle responsabilità e degli obblighi che si assumono. Si impegnano a svolgere le mansioni del ruolo assunto in modo continuativo ed in sintonia con il DIRETTIVO. Manterranno l’unità del gruppo nei trasferimenti e daranno assistenza agli altri Associati.

Il DIRETTIVO potrà revocare la carica di STAFF a chi non adempia, anche in modo continuativo, alle mansioni affidategli, che non abbia rispetto del presente REGOLAMENTO INTERNO, dello Statuto dell’associazione, dello statuto della FMI o che assuma un comportamento non in linea con le decisioni del DIRETTIVO.

È facoltà del DIRETTIVO stabilire dei rimborsi inerenti le spese sostenute e anticipate dallo STAFF per conto dell’associazione.

Art. 4

La struttura associativa e norme di comportamento

Il “MOTO CLUB I SANTI” è composto da:

  • Soci Ordinari
  • Soci Simpatizzanti

Associati Ordinari:

Sono tutti i possessori di Harley-Davidson, in regola con l’iscrizione sia all’associazione che all’FMI, che abbiano dimostrato partecipazione e presenza all’interno dell’associazione, designati con delibera del DIRETTIVO e a cui è stata consegnata la Patch con i colori distintivi del gruppo.

Associati Simpatizzanti:

  1. Sono tutti i possessori di Harley-Davidson, in regola con l’iscrizione all’associazione, che attendono i requisiti per essere passati a “Soci Ordinari”.
  2. Sono tutti i simpatizzanti dell’associazione, non in possesso di Harley-Davidson, in regola con l’iscrizione all’associazione.

Gli associati simpatizzanti, possessori di Harley-Davidson, saranno valutati per un periodo di prova di minimo 6 mesi durante il quale dovranno dimostrare il loro interesse a partecipare e contribuire attivamente e con continuità agli eventi organizzati dal “MOTO CLUB I SANTI”.

Solo al termine di tale periodo, e dopo aver partecipato ad almeno tre eventi dell’associazione, a insindacabile giudizio del DIRETTIVO gli Associati Simpatizzanti potranno essere ammessi come Associati Ordinari e gli verrà consegnata la Patch con i colori distintivi dell’associazione.

La Patch NON deve essere assolutamente cucita sul gilet, sul giubbotto e su nessun altro capo di abbigliamento.

Le Patch vengono date per il solo uso personale e non possono essere cedute a terzi.

Il passaggio da Associato Simpatizzante ad Associato Ordinario verrà valutato dal DIRETTIVO secondo i seguenti criteri:

  • Partecipazione
  • Coinvolgimento
  • Condotta
  • Presenza ai Run (almeno tre)
  • Capacità motociclistiche

La partecipazione saltuaria e non attiva a eventi ufficiali, può far slittare l’ammissione come Associato Ordinario anche a tempo indeterminato; è insindacabile facoltà del DIRETTIVO fare delle eccezioni per Associati particolarmente attivi ma costretti, da motivi di comprovata forza maggiore, a una minore frequentazione.

Tutti gli Associati dovranno sostenere le scelte del DIRETTIVO e impegnarsi a partecipare in maniera positiva e propositiva alla vita del gruppo, collaborando nei limiti delle proprie competenze e disponibilità̀ di tempo all’attività comune.

Sarà facoltà del DIRETTIVO, alla conclusione di ogni anno solare, premiare gli Associati che si saranno distinti per impegno e partecipazione agli eventi.

Gli Associati dovranno tenere un comportamento corretto e cordiale, sia fra loro che verso gli ospiti, facendo in modo che si sentano a proprio agio. Stimoleranno e promuoveranno la partecipazione dei nuovi iscritti e anche di altri soggetti terzi, potenzialmente interessati a iscriversi al “MOTO CLUB I SANTI”.

Gli Associati devono tutelare l’immagine del “MOTO CLUB I SANTI”, astenendosi dal porre in essere azioni che possano arrecarne pregiudizio o nocumento all’immagine e per quanto possibile cercare di impedire che altri pongano in essere tali azioni. Dovranno segnalare al DIRETTIVO tutte le situazioni di potenziale discredito, fatti e inadempienze che a loro giudizio possano influire negativamente sull’immagine del “MOTO CLUB I SANTI”.

Il DIRETTIVO ha facoltà di comunicare, anche in forma orale, l’espulsione all’Associato Ordinario o la non ammissione all’Associato Simpatizzante. L’espulsione o la non ammissione possono essere causate dal mancato rispetto del presente REGOLAMENTO INTERNO e/o dello Statuto, dalla dimostrata incapacità dell’Associato ad adattarsi allo spirito del gruppo e/o allo stile di viaggio del gruppo, dalla sua scarsa abilità motociclistica e conseguente pericolosità per il Gruppo, dal mancato pagamento della quota annuale.

È fatto divieto ai Soci di esporre Patches, adesivi o indossare capi di abbigliamento di altri Gruppi MC o comunque di qualsiasi altro gruppo motociclistico diverso dall’associazione in abbinamento ai simboli del “MOTO CLUB I SANTI”.

È fatto inoltre espresso divieto ai Soci del “MOTO CLUB I SANTI” di fondare, alimentare, frequentare o sponsorizzare gruppi o associazioni in contrasto con le regole, lo spirito e le finalità̀ dell’associazione ovvero in contrasto con lo statuto della FMI.

È inoltre severamente deprecata la costituzione all’interno dell’associazione di sotto gruppi di associati che tendano a chiudersi al loro interno o a isolarsi, escludendo di fatto tutti gli altri soci. Nei casi più gravi e nonostante il richiamo del Direttivo si procederà̀ con valutazione discrezionale del Direttivo medesimo all’espulsione dei responsabili e allo scioglimento del gruppo.

L’inosservanza dei divieti che precedono potrà causare l’espulsione, la non ammissione, o il non rinnovo dell’iscrizione dell’Associato.

La condizione di Socio comporta, ai fini del conseguimento degli scopi dell’associazione, la concessione all’associazione, dell’autorizzazione nel rispetto delle norme di legge in vigore: al trattamento dei dati personali; all’utilizzo per pubblicazioni scritte, orali (trasmissioni) o elettroniche, di scritti, immagini e audiovisivi di sua produzione o fatti da altri Soci/Membri che lo contemplano; alla pubblicazione scritta, orale (trasmissione) o elettronica di appositi elenchi contenenti le generalità̀ o parte delle generalità̀ dei Soci/Membri.

Art. 5

Iscrizione

È obbligo degli Associati far pervenire al SEGRETARIO entro il 31 gennaio di ogni anno:

  • il Modulo di Iscrizione per l’anno in corso debitamente firmato;

    ·il pagamento della quota di iscrizione;

Decorso il termine di scadenza sopra indicato, l’Associato inadempiente sarà considerato dimissionario.

Le quote associative annuali sono le seguenti:

  • Soci Ordinari: €55,00
  • Soci Simpatizzanti: € 25,00

la quota associativa annuale include:

  • la tessera del “MOTO CLUB I SANTI”
  • la tessera FMI (Solo Soci Ordinari)
  • il diritto di partecipare agli eventi del “MOTO CLUB I SANTI”
  • il diritto a ricevere le e-mail e gli sms contenenti i notiziari e le comunicazioni dell’associazione.

Art. 7

Eventi e partecipazione

L’associazione “MOTO CLUB I SANTI”, tramite il suo DIRETTIVO, si fa carico delle prenotazioni, al solo fine di agevolare gli associati, avvalendosi di Agenzie di Viaggio Autorizzate.

Per la partecipazione agli eventi sarà richiesta una quota di anticipo a copertura della prenotazione di alberghi, ristoranti, ecc.

La partecipazione agli eventi si riterrà confermata solo ed esclusivamente dopo che l’Associato avrà provveduto al saldo della quota a proprio carico entro i termini temporali che verranno indicati dal Direttivo del “MOTO CLUB I SANTI” nell’apposita comunicazione (e-mail, sms, etc.).

Il pagamento della quota oltre i termini temporali indicati non verrà accettato e l’Associato non potrà partecipare all’evento.

Il Socio che si iscrive e, senza giusta causa, non partecipa all’evento, non avrà diritto a nessun rimborso della quota versata.

Il Socio che per giusta causa non può partecipare all’evento verrà rimborsato ad esclusione delle spese realmente sostenute dal Moto club (perdita di caparra, spese varie etc).

L’associazione è responsabile unicamente delle somme ricevute per le prenotazioni. Eventuali lamentele sui servizi ricevuti dovranno essere rivolte ai gestori degli stessi.

l’Associato è tenuto ad informarsi su orari, punti d’incontro etc. avendo cura di consultare la propria casella E-Mail alla quale verranno trasmesse le comunicazioni afferenti gli eventi organizzati, oppure consultando il sito internet e il Facebook dell’associazione.

l’Associato è tenuto a presentarsi alle partenze degli eventi con il pieno già fatto. I rifornimenti successivi saranno organizzati in base alle esigenze della minima autonomia dei partecipanti.

I ritardatari oltre il tempo massimo non saranno aspettati e dovranno provvedere autonomamente a raggiungere il gruppo.

Il DIRETTIVO, a suo insindacabile giudizio, può̀ non accettare l’iscrizione di un Associato qualora non lo giudichi sufficientemente esperto alla guida per partecipare all’evento così come organizzato.

La partecipazione ad alcuni “eventi aperti” di ospiti non iscritti al “MOTO CLUB I SANTI” comporta una quota di partecipazione maggiorata a seconda del tipo di evento. Sarà cura del DIRETTIVO comunicare se e di quanto verrà aumentata la quota per i non iscritti.

Art. 8

Regole generali di guida in gruppo

Durante gli spostamenti in motocicletta gli associati devono mantenere la compattezza del gruppo, procedendo ordinatamente al fine di consentire il regolare svolgimento del trasferimento.

Il “MOTO CLUB I SANTI” procede sulla strada allineandosi su due file alternate. Questa disposizione “spaiata” permette ad ogni associato di avere un adeguato spazio di manovra.

Gli associati dovranno mantenere una distanza dalla moto che li precede che sia uguale per tutti.

Il “MOTO CLUB I SANTI” si schiera sulla strada secondo il seguente ordine:

  • Head Road Captain
  • Road Captain (staffette)
  • Presidente
  • Ladies
  • Partecipanti
  • Road Captain (scope)

È severamente vietato agli associati, durante i trasferimenti, creare confusione nel gruppo, frenando per poi accelerare (detto elastico) ovvero muovendosi a “zig zag” dal un lato all’altro del gruppo ovvero superando chi li precede.

Gli Associati sono tenuti al rigoroso rispetto del codice della strada, mantenendo un comportamento che non sia d’intralcio al traffico e seguendo le indicazioni dell’HEAD ROAD CAPTAIN, dei ROAD CAPTAIN o, in loro assenza, di un componente del DIRETTIVO.

Durante gli spostamenti è vietato superare la guida posta in capo al gruppo.

Tutti gli Associati durante gli spostamenti s’impegnano a non abbandonare il gruppo senza preventiva comunicazione all’HEAD ROAD CAPTAIN o ai ROAD CAPTAIN o, in loro assenza, ad un componente del DIRETTIVO.

Art. 9

Furgone

L’associazione “MOTO CLUB I SANTI” si è munita di un Furgone al fine di dare servizi di supporto e assistenza sulla strada ai propri associati, durante gli eventi organizzati dall’associazione stessa.

È totale discrezione del Direttivo individuare in che occasione e secondo quali modalità avverrà l’utilizzo del Furgone. Non si configura, di conseguenza, alcun obbligo in capo all’associazione della presenza, dell’uso o della disponibilità del Furgone.

Condizione fondamentale per la presenza o l’utilizzo del Furgone è la libera disponibilità di un associato individuato dal DIRETTIVO che guidi e vigili sul Furgone stesso.

L’autista del Furgone individuato dal Direttivo è tenuto al rigoroso rispetto del codice della strada, vigilerà ed avrà cura del Furgone a lui affidato.

Il furgone del “MOTO CLUB I SANTI” è regolarmente assicurato per danni nei confronti del guidatore e verso terzi.

Il DIRETTIVO del “MOTO CLUB I SANTI” si riserva il diritto di chiedere il risarcimento di ogni danno subito dal Furgone dovuto alla noncuranza e/o al non rispetto delle comuni norme della strada da parte del suo autista, e degli associati soccorsi.

Art. 10

Reclami

Al fine di preservare e assicurare la serenità del gruppo, gli eventuali reclami dovranno essere effettuati alle persone di riferimento:

  • per eventuali argomenti riguardanti l’associazione bisognerà rivolgersi esclusivamente ad un componente del DIRETTIVO,
  • eventuali controversie tra Associati andranno chiarite e risolte tra gli stessi. Se la questione riguarda argomenti inerenti l’associazione gli Associati potranno chiedere la presenza di un componente del DIRETTIVO,
  • gli ospiti che intendono fare rimostranze nei confronti dell’organizzazione devono farsi rappresentare dall’Associato che li ha invitati a partecipare all’evento e non possono effettuare reclami diretti.

Le sopraccitate indicazioni sono date al fine di evitare spiacevoli malintesi; gli Associati che terranno un comportamento scorretto in tal senso potranno essere allontanati dall’associazione.

Art. 11

Sanzioni

Il mancato rispetto dello statuto e/o del presente regolamento può comportare, previa valutazione della gravità, di eventuali precedenti e della loro frequenza nel tempo, i seguenti provvedimenti disciplinari, stabiliti caso per caso su insindacabile giudizio del Direttivo:

  • richiamo
  • sospensione
  • espulsione

I provvedimenti disciplinari si configurano come extrema ratio finalizzata al ripristino del rispetto delle regole all’interno del Gruppo e al rafforzamento del senso di responsabilità̀ di tutti gli Associati.

Art. 12

Uso dei social network

È fatto espresso divieto a qualunque associato di recare offesa, diffamare ovvero ridicolizzare o denigrare l’immagine del “MOTO CLUB I SANTI” utilizzando web social network (es. Facebook, Twitter, Instagram etc. etc..) oppure tenere le stesse condotte all’interno di altri siti internet o blogs.

In caso di violazione del divieto sopra citato previa valutazione della gravità del fatto il responsabile potrà̀ essere espulso dall’associazione.

 

“Esclusione di responsabilità”

Tutti gli iscritti al “MOTO CLUB I SANTI” e i loro ospiti partecipano di propria volontà e a loro esclusivo rischio alle attività dell’associazione.

Il “MOTO CLUB I SANTI”, il Direttivo e lo Staff, sono e saranno esonerati e non subiranno alcun danno da parte degli iscritti/ospiti per qualsiasi danno o perdita subiti dagli iscritti/ospiti e dalle loro relative proprietà e risultanti dalla partecipazione alle attività dell’associazione.

Il “MOTO CLUB I SANTI” e il suo Direttivo sono e saranno esonerati e non subiranno alcun danno da parte dell’autista del Furgone per qualsiasi danno o perdita risultanti dall’uso del Furgone a lui affidato.

Il “MOTO CLUB I SANTI”, il Direttivo e L’autista del Furgone individuato dal Direttivo, sono e saranno esonerati e non subiranno alcun danno da parte degli iscritti/ospiti per qualsiasi danno o perdita subiti dagli iscritti/ospiti e dalle loro relative proprietà e risultanti dall’uso del Furgone o dell’assistenza ricevuta tramite di esso.

Pertanto nessuno degli iscritti al “MOTO CLUB I SANTI” e dei loro ospiti avranno motivo alcuno per intraprendere azioni legali contro l’associazione per qualsiasi danno subito da loro o dalle loro proprietà.